Come eliminare o rimuovere la placca

Per avere una bocca sana e pulita occorre avere una buona igiene orale, fatta in maniera corretta e in modo coerente. Ma come possiamo rimuovere la placca ??? La placca batterica è un composto molle e appiccicoso di colore bianco-giallastro che si fissa saldamente ai denti, per rimuoverlo. Per rimuovere questo materiale gelatinoso possiamo recarci dal dentista che in una seduta con appositi strumenti rimuoverà la placca.

Per rimuovere o comunque limitare la placca in generale dobbiamo usare uno spazzolino adatto e spazzolare i denti in modo esatto. Ci sono vari e tecniche di spazzolamento dei denti, in generale lo spazzolamento deve essere eseguito in modo da non danneggiare i denti o le gengive, quindi con movimenti verticali dall’ alto verso il basso.

Ricordiamo che l’unico mezzo per limitare la formazione e la proliferazione della placca batterica è un’accurata e corretta pulizia dei denti e della bocca. Sè la placca non va eliminata può diventare tartaro e questo può portare complicanze, per eliminare il tartaro possiamo andare dal dentista il quale attraverso il detartraggio eliminera il tartaro. Questa procedura non usura lo smalto, invece protegge il parodonto.

Infiammazione e gengivite le gengive  malate gonfie e ritirate

L’accumulo di placca o di tartaro può portare all’ infiammazione delle gengive. Questo problema non deve essere trascurato, infatti se non curato può portare addirittura alla perdita dei denti. Il nemico numero uno delle gengive è proprio il tartaro che non è altro che accumulo di placca, la prevenzione della formazione del tartaro consiste nel pulire accuratamente  i denti utilizzando dentifricio, spazzolino e filo interdentale.

Quindi l’ infiammazione delle gengive può portare alla gengivite, la causa ( come dicevamo prima ) , principale di questa infiammazione è l’azione dei  batteri che si trovano nella placca. La gengivite è un’ infiammazione che si cura facilmente, i tessuti colpiti sono tessuti morbidi delle gengive. Se non curata può portare alle tasche  gengivali e alla periodontite. Quando le gengive sono infiammate queste si gonfiano e si possono anche ritrarre.

Altri fattori di rischio per le gengive ( e non solo ) , sono il fumo e l’ alcool, quindi persone che fumano e che assumono troppo alcool sono più soggette a sviluppare infiammazioni e malattie delle gengive, L’ uso di alcool secca le mucose, il fumo diminuisce  l’afflusso di sangue, fattori che favoriscono la possibilità che si verifichi l’infiammazione.  Altre info sulla cura dei denti: Dentinnovation

Viso gonfio cause e rimedi

Spesso a tutti noi è capitato di guardarci allo specchio un giorno e notare il viso un po’ più gonfio del solito.Questo accade per svariati motivi e solitamente è una manifestazione momentanea.Ci sono casi in cui invece questo gonfiore si protrae per più giorni o addirittura settimane.

La causa più comune è un aumento locale di ritenzione dei liquidi,comune nelle donne in gravidanza.Questo avviene quando troppi liquidi si accumulano nei tessuti facciali facendo apparire il volto spossato e gonfio.Il gonfiore al volto può essere poi portato da cattiva alimentazione(obesità),infezioni di specifiche zone del viso, malattie come sinusite,orecchioni ,orzaiolo o congiuntivite oppure da un trauma o un intervento chirurgico.Bisogna favorire la circolazione cutanea.

E’ necessario quindi nutrire la pelle con integratori a base di ananas, ginko biloba , mirtillo ,ecc. Per fronteggiare questo antiestetico problema è di sicuro necessario idratare il piu possibile il corpo bevendo tanta acqua,almeno 2 litri durante il giorno.La ritenzione avviene proprio perche ,non bevendo come si dovrebbe,tendiamo a conservare l acqua nel corpo mostrando questi gonfiori.Bevendo il viso si idraterà sgonfiandosi pian piano. Consigliato per questo tipo di problemi il tè verde.

E’ poi possibile integrare l assunzione di acqua con tisane atte al drenaggio contenenti finocchio,salvia,ortica.Ricordatevi di ridurre alcol e fumo che rallentano la microcircolazione. Fate un bel massaggio linfodrenante e applicate un gel decongestionante,di sicuro questi limitano il problema e donano sollievo alla pelle.

Il ghiaccio è uno dei rimedi più conosciuti contro il gonfiore:passatene dei cubetti sul viso oppure riempite una vaschetta di acqua gelida e buttateci dentro la faccia.Sembra essere un valido rimedio astringente riattivando poi immediatamente il microcircolo. Potete ,diversamente, tagliare delle fettine di cetriolo appena uscito dal frigo e applicarle per 10 minuti nelle zone interessate .

Pulizia della pelle del viso con creme naturali

Di seguito vogliamo proporre una crema fatta in casa, economica, con ingredienti al 100% naturali che serve per la cura della pelle, in questo caso della pulizia del viso. In realtà si può avere cura del corpo con prodotti che si possono fare in casa, con ingredienti reperibili in ogni cucina, naturali, genuini ed economici. Vediamo come preparare una crema scrub per il viso.

Gli ingredienti che ci servono sono: 5 – 8 mandorle, mezzo vasetto di yogurt magro, poco latte per amalgamare il tutto, un po’ di miele. Vediamo la preparazione di questa crema, quindi procedete a triturare molto finemente le mandorle con un frullatore, quindi ponetele in una tazza, aggiungete lo yogurt ed il miele ed amalgamate il tutto, se la crema risulta troppo densa aggiungetevi il latte fino a formare una crema media, ne troppo densa, ne troppo liquida. Utilizzate questa crema come un normale sapone, quindi strofinatevi il viso delicatamente per qualche minuto, risciacquate con abbondante acqua.

Con questa procedura avrete pulito il viso ed allo stesso tempo nutrito, è opportuno dopo questo procedimento idratare la pelle con prodotti non grassi. Con questa crema fatta in casa, si pulisce la pelle in profondita eliminando tutti i residui di derma ed eventuali scorie. Ricordiamo inoltre che all’interno del blog ci sono molti consigli per la cura della pelle e del corpo in generale, informazioni sui trattamenti, prevenzione e cura per le smagliature e le cicatrici. pressione cresce di conseguenza le vene diventano deboli, grandi e contorte. Capillari sono sottili vasi sanguigni che passano nel sangue dalle arterie nelle vene. Sono molto piccoli, circa 10 micrometri di diametro. A differenza delle arterie e le vene, i capillari sono molto sottili e fragili