Tatuaggio Cuore anatomico realistico stilizzato: significato e su quale parte del corpo farlo

Un tatuaggio moderno molto particolare è sicuramente il cuore anatomico stilizzato, o per meglio dire del cosiddetto cuore di Leonardo da Vinci, che sta riscuotendo un enorme successo anche tra i Vip. Si tratta però semplicemente di realizzare dei tatuaggi che finora non si sono mai visti, oppure dietro all’immagine del cuore anatomico vengono celati ben altri significati? Andiamo a scoprire come va interpretato questo tatuaggio in maniera tale da riuscire a scegliere quello che fa più al caso vostro, soffermandoci infine anche sulle parti del corpo che più si prestano a questa immagine.

Qual è il significato del tatuaggio a cuore anatomico di Leonardo da Vinci?

La scelta di tatuarsi un cuore si rivela quasi sempre sinonimo di attaccamento a qualcosa o a qualcuno, ma fino ad oggi i tatuaggi tradizionali ci hanno portato a vedere sempre lo stampo di un normalissimo cuore spesso anche colorato che poco si addiceva magari al carattere e alla scelta iniziale della persona tatuata. Ogni tatuaggio tendenzialmente deve mandare un messaggio, un richiamo alla figura stessa, ed è per tale ragione che la semplice immagine del cuore piccolo o di grandi dimensioni è sempre stata vista come dimostrazione di amore o amicizia. E’ da pochi mesi però che sulle riviste di gossip vediamo molti vip tatuati con un cuore stilizzato, che differentemente dal tradizionale, trasmette già a priori un senso di realismo e di attaccamento alla realtà; non a caso questo tatuaggio viene scelto da persone estremamente forti, decise e che intendono lasciare sulla loro pelle un messaggio incisivo. Il cuore anatomico stilizzato a seconda del disegno può assumere svariati significati; ed ecco che se trafitto da rose o fiori colorati andrà a significare attaccamento alla persona amata, un messaggio da rafforzare se deciderete poi di inserire anche l’iniziale della vostra persona speciale; mentre invece se trafitto da frecce torna ad assumere un significato totalmente differente, perché la freccia simboleggia la guerra, la forza e la determinazione.Un cuore stilizzato invece con all’interno un teschio, il più delle volte va a significare un momento di cambiamento, una rottura col passato e un inizio verso un nuovo futuro.

C’è poi chi, a differenza di altri, preferisce semplicemente farsi tatuare solo il cuore anatomico, che preso singolarmente senza cioè ulteriori disegni da abbinare per creare un significato più esplicito, si presta a varie letture. Il cuore anatomico tatuato in maniera singola rappresenta infatti l’appartenenza ad una persona buona, amichevole, altruista e con un forte attaccamento alla fede e ai valori essenziali della vita. Il significato è da far risalire semplicemente alle differenti culture religiose in cui il cuore ha come significato intrinseco quello di pietà, misericordia, compassione e purezza. Ma il cuore nella cultura tradizionale significa anche amore, e se vogliamo questo è, non solo il significato più esplicito, ma anche quello più diffuso.La fine di un amore ad esempio viene spesso vista come l’occasione per la realizzazione di un tatuaggio, ed ecco che magari si richiede la realizzazione di un cuore stilizzato trafitto da un pugnale o come detto sopra un cuore anatomico affiancato ad un teschio, sinonimo di nuovo inizio, di rottura col passato. Infine poi, un’ulteriore versione molto diffusa è quella del cuore anatomico con sopra una corona, che va a simboleggiare spesso, l’attaccamento ad una persona cara in particolare alla quale dedicare il tatuaggio che viene vista come presenza essenziale nella propria vita. Se invece avete voglia di realizzare un tatuaggio in onore alla vostra origine e alla vostra famiglia, è proprio il caso di chiedere la raffigurazione di un cuore anatomico stilizzato con delle radici o trafitto da delle ancora, significato di attaccamento e non pentimento del passato. Questa immagine spesso viene realizzata con tatuaggi di grandi dimensioni proprio perché ricca di particolari, linee e dettagli che in un tatuaggio piccolo finirebbero con il non essere evidenziate a dovere, ecco perché bisogna essere convinti della scelta della parte del corpo che si andrà a tatuare.

Dove tatuarsi il cuore anatomico realistico stilizzato

Potrete optare per un modernissimo tatuaggio a cuore sul polso, consigliato dalla guida di Benessere Donna Online che lo definisce come uno dei più gettonati dei nostri tempi; o magari scegliere parti del corpo meno visibili come la caviglia o la parte meno visibile del collo. Vediamo perché dovreste optare per una parte del corpo piuttosto che un’altra, considerando anche le differenze tra tatuaggi “da donna” e “da uomo”.

Una donna ad esempio potrebbe scegliere di tatuarsi il cuore stilizzato e realistico sulla spalla o dietro al collo se si ha intenzione di realizzarlo di grandi dimensioni, così come sulla coscia o sulla caviglia; oppure ancora se si ha intenzione di realizzarlo in dimensioni ridotte potrebbe anche andare bene sul polso esterno o interno, oppure sotto al seno.  Per quanto riguarda invece l’uomo, le parti del corpo che più si prestano ad un tatuaggio grande sono: la schiena, il petto o le braccia; mente invece per un cuore anatomico di piccole dimensioni vanno bene: la mano, il polso o la zona dietro l’orecchio. Come per l’immagine del tatuaggio, anche la scelta della parte del corpo su cui farlo è ricca di significati che rivelano nella maggior parte dei casi anche la personalità dell’individuo. Se avete già scelto la zona da tatuare e leggendo il paragrafo precedente avete anche trovato il significato che fa al caso vostro, non perdete l’occasione per realizzare un tatuaggio molto alla moda in questo periodo, del tuttopersonalizzabile e unico nel suo genere perché sarete voi stessi a sceglierne la grafica.

Probabilmente non tutti lo sanno, ma l’immagine del cuore stilizzato e realistico prima d’oggi non era assolutamente diffusa tra i tatuaggi, o quanto meno i casi erano rari; finché poi il tatuaggio del cuore anatomico di Leonardo da Vinci ha letteralmente preso piede quando a sfoggiarlo per la prima volta è stata la cantante Miley Cyrus, che ha scelto di tatuarsi due piccoli cuori stilizzati racchiusi all’interno di un cerchio con un numero romano sul suo avambraccio interno, a significare probabilmente l’inizio della sua storia d’amore con la sua dolce metà, ma le parti del corpo nelle quali poter farsi tatuare il cuore di Leonardo da Vinci sono ancora molteplici, anche se differenti da uomo a donna.

I tatuaggi per coprire le smagliature: pro e contro

Le smagliature, come la cellulite, sono “democratiche”, perché possono esserci in qualsiasi tipo di fisico, sia magro che in sovrappeso, e circa l’80% delle donne in tutto il mondo ne ha avuto a che fare.
Sono cicatrici nel corpo causate dagli ormoni o dalle variazioni di peso, possono variare di colore e sbiadirsi nel tempo,
ma non scompariranno mai completamente.
E se il tatuaggio fosse la risposta più estrema ma fattibile per coprire queste cicatrici?

I tatuaggi funzionano davvero?

Spesso le donne cercheranno di coprire le smagliature con creme e procedure non chirurgiche che pretenderanno di ridurre la comparsa delle maligne, mentre spesso concia e trucco sono ricercati come soluzioni temporanee. Molto spesso però per chi cerca un mezzo più permanente e conveniente per nasconderle, la soluzione sono i tatuaggi. (Fonte: https://www.smagliature.eu/coprire/)

Attenzione! Le smagliature non reagiscono all’inchiostro come la pelle normale.

Infatti i tatuaggi per coprirle sono progettati appositamente con lo scopo di nascondere le cicatrici e la pelle danneggiata, e molto spesso non è possibile.
Tutto dipende dalle caratteristiche della smagliatura e dalla tipologia del tatuaggio che si vuole fare, e devono essere fattori complementari.

Quando è sconsigliato?

Le smagliature possono essere rosse quando sono “fresche” per poi diventare bianche e variano di dimensioni.
Quando sono di colore chiaro sono più facilmente tatuabili rispetto a quelle grandi e profonde, e l’inchiostro si comporta diversamente in base a queste caratteristiche.
Non è propriamente indicato fare un tatuaggio per coprire le smagliature rosse, poiché è sconsigliato lavorare su cicatrici fresche, poiché parliamo sempre di un danno che la tua pelle ha subito, quindi ha bisogno di un vero e proprio tempo di guarigione, che può durare anche un anno.
Anche se si pensa di applicare il disegno intorno alla smagliatura il risultato non potrà mai essere quello desiderato, e la ragione sta nel fatto che le smagliature bianche riescono a trattenere l’inchiostro meglio di quelle rosse.
Altro fattore da considerare è il dolore che si prova di un tatuaggio applicato sulla pelle non ancora guarita, poiché il derma in quel momento sarà molto sottile e si verrà a contatto con i nervi.
Vi elenco di seguito un’altra serie di complicazioni a cui si può andare incontro:

  • Con le smagliature fresche il disegno si rovina a causa dell’epidermide non elastica
  • Se le cicatrici sono ampie e profonde, sarà più difficile per il tatuatore effettuare il tatuaggio desiderato.
  • Se le smagliature sono piuttosto gravi, potrebbe verificarsi uno “spurgo di inchiostro”, ovvero che l’organismo rigetta l’inchiostro.
  • La possibilità di nuove smagliature che potrebbero comparire proprio sul tatuaggio, quindi rovinandolo.
  • Doppio del tempo e doppio inchiostro rispetto ad un tatuaggio normale.

Che tipo di tatuaggio si può utilizzare?

Spesso la scelta ricade sul non toccare la smagliatura in modo diretto, quindi coprirla applicando l’inchiostro intorno ad essa.
La pelle danneggiata infatti non trattiene l’inchiostro come quella normale, e le smagliature potrebbero evideziarsi di più, poiché la linea sarà più spessa ed irregolare per la diffusione dell’inchiostro.

Meglio in bianco e nero o a colori?

Il color carne è il colore più consigliato dai tatuatori professionisti, poiché il bianco e il nero tendono ad essere molto visibili e potrebbero eviderziare le smagliature piuttosto che nasconderle. Stessa cosa vale per i colori più accesi.
Inoltre il carne è consigliato da molti chirurghi estetici che affermano che sia il colore perfetto per coprire le imperfezioni della pelle, senza interferire con il colore naturale della stessa.
Viene molto utilizzato anche per coprire i segni della vitiligine e le cicatrici post intervento chirurgico.